Artissima Internazionale d'Arte Contemporanea di Torino propone quest'anno nuovi progetti speciali realizzati in collaborazione con i propri partner e importanti istitu..." />

Progetti speciali Artissima 2021

I progetti speciali in fiera e fuori fiera

Artissima Internazionale d'Arte Contemporanea di Torino propone quest'anno nuovi progetti speciali realizzati in collaborazione con i propri partner e importanti istituzioni del territorio piemontese ospitati sia all’Oval che in città.
 
In fiera, dal 5 al 7 novembre 2021, saranno presentati: il progetto espositivo Hub India - Maximum Minimum; la mostra Vitalità del tempo. Le collezioni d’arte di Intesa Sanpaolo; l’installazione Nunca encontaramos a Satoshi dell’artista Radamés “Juni” Figueroa; la collettiva Sustainable revolution dei dieci artisti vincitori di JaguArt The Italian Talent Road Show; e la presentazione delle opere dei vincitori delle due edizioni del Torino Social Impact Art Award. Inoltre, tre mostre fisiche raggrupperanno i lavori delle sezioni curate Artissima XYZ che saranno anche online sulla piattaforma cross-mediale realizzata in collaborazione con Fondazione Compagnia di San Paolo. In occasione di Artissima verrà infine inaugurata la nuova piattaforma concettuale Beyond Production, ideata con Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, che lancerà il progetto d’esordio Surfing NFT.
 
In città Artissima presenterà: la mostra Rimbalzi al Grattacielo Intesa Sanpaolo; l’installazione 6 CHAIRS dell’artista Augustas Serapinas presso l’Hotel Principi di Piemonte | UNA Esperienze; e la creative lounge di Artissima What a Combo! presso Combo.

PROGETTI SPECIALI IN FIERA
 
Hub India - Maximum Minimum
Artissima 2021, in collaborazione con Emami Art, presenta Hub India - Maximum Minimum, un nuovo focus geografico che intende offrire una ricognizione sulle gallerie, le istituzioni e gli artisti attivi in un’area d’importanza capitale. Il progetto vede la curatela di Myna Mukherjee, curatrice, fondatrice e direttrice di Engendered, New Delhi, e Davide Quadrio, fondatore e direttore di Arthub.
In uno spazio dedicato verranno presentati i lavori di gallerie e istituzioni indiane che offriranno una veduta d’insieme di una sorprendente cultura visiva che rispecchia le innumerevoli polarità, contraddizioni e dualità che compongono l’India. Dall’antico spiritualismo del paese al suo moderno materialismo, dal passato coloniale alla crescente centralità nell’economia globale e alla rapida urbanizzazione, dal dogma alla tecnologia, dal marginale al mainstream, dai monumenti storici all’architettura contemporanea, dal normativo al radicale, Hub India - Maximum Minimum presenterà una miriade di storie e rappresentazioni del subcontinente.
Con: NATURE MORTE New Delhi – GALLERY ESPACE New Delhi – EMAMI ART Kolkata – AKAR PRAKAR Kolkata, New Delhi – ART ALIVE New Delhi – LATITUDE 28 New Delhi – SHRINE EMPIRE New Delhi
Hub India si estenderà anche in città con la mostra tripartita Classical Radical a Palazzo Madama, MAO e Accademia Albertina dal 5 novembre al 5 dicembre.

Vitalità del tempo. Le collezioni d’arte di Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo, main partner di Artissima, e Gallerie d’Italia presentano in fiera una selezione di importanti opere rappresentative ed emblematiche della ricchezza e varietà delle raccolte d’arte del XX e XXI secolo del Gruppo. La curatela della mostra, dal titolo Vitalità del tempo. Le collezioni d’arte di Intesa Sanpaolo, è di Luca Massimo Barbero, Curatore Associato delle Collezioni di Arte Moderna e Contemporanea della Banca.
Il curatore commenta: "Ogni opera è un ipertesto che conduce non solo all'artista e alle sue sperimentazioni ma esemplifica una parte dell'intera collezione. Un insieme di lavori articolato che attraversa letteralmente il tempo mettendo a fuoco alcune delle costellazioni fondanti l'arte contemporanea internazionale. Nell'incontro con il pubblico di Artissima ogni opera esposta rappresenterà immediatamente il proprio contesto, il momento storico e l'attualità degli esiti di queste ricerche confermando la straordinaria Vitalità del tempo dell'Arte”.
 
L’artista Radamés “Juni” Figueroa presenta Nunca encontramos a Satoshi
Nunca encontramos a Satoshi (2021) è il nome del bar caraibico pensato da Radamés “Juni” Figueroa  per Artissima 2021. Un’architettura colorata e brillante è il cuore pulsante dell’opera, un luogo vernacolare che al contempo funge da pista da ballo e punto d’incontro. Nell’opera lo spazio privato si dilata mettendo al centro l’interesse per le relazioni umane e il pubblico ne diventa parte integrante; la struttura infatti è progettata per essere un luogo vivo e condiviso dove riconnettersi con l’altro, festeggiare, riposare, ballare. L’architettura stessa a sua volta accoglie diverse contaminazioni: struttura, colori e riferimenti caraibici si intrecciano a rimandi della storia dell’arte occidentale.
 “Juni” Figueroa, della galleria Proyectos Ultravioleta di Città del Guatemala, è il vincitore del Premio illy Present Future nel 2020 per la capacità di combinare la creazione artistica con lezioni di vita e di coesistenza. La sua pratica si nutre di flussi di percezioni, sensazioni, sentimenti e pensieri. È generosa e capace di raccontare la comunità, di sopportarne le contraddizioni, di fare in modo che questa si supporti.
 
JaguArt – Sustainable revolution
Sustainable revolution è la mostra collettiva che riunisce i 10 finalisti di JaguArt, il Road Show alla ricerca di giovani talenti nato dal dialogo tra Artissima e Jaguar Land Rover Italia e dalla comune volontà di supportare l’arte contemporanea emergente, innescando sinergie vincenti di lungo periodo tra tutti gli attori coinvolti.
10 città italiane, 10 concessionarie Jaguar, 10 gallerie d’arte contemporanea, 10 Accademie di Belle Arti, 10 artisti sono i protagonisti di un percorso che ha fatto tappa a Milano, Torino, Catania, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Napoli, Bologna, Brescia. Attraverso eventi presso le concessionarie e le gallerie d’arte e giurie d’eccezione di curatori, galleristi e collezionisti, il progetto ha selezionato 10 giovani talenti: Matteo Pizzolante, Luca Arboccò, Francesco Tagliavia, Camilla Gurgone, Boris Contarin, Stefano Giuri, Marco-Augusto Basso, Teresa Gargiulo, Camilla Riscassi e Federica Francesconi.
Per Artissima i 10 finalisti partecipano al progetto espositivo collettivo Sustainable revolution con lavori che rimarcano il ruolo rivoluzionario dell’arte nell’attivare riflessioni inattese, scandagliando meccanismi e processi assodati.
Il vincitore assoluto di JaguArt sarà decretato nel corso della ventottesima edizione della fiera, ultima tappa di questo viaggio.

Torino Social Impact Art Award
Torino Social Impact Art Award è un progetto che ha l’obiettivo di favorire talenti emergenti dal background multiculturale e migratorio, ideato e curato da Artissima, promosso da Torino Social Impact, in collaborazione con Combo e con il supporto, a partire dalla prima edizione, della Fondazione Compagnia di San Paolo.
La prima edizione del progetto, caratterizzata dal lancio nel 2020 del bando “Quante Italie?”, è stata vinta da Caterina Erica Shanta (Germania, 1986) e Liryc Dela Cruz (Filippine, 1992), che hanno prodotto rispettivamente, nel corso della residenza a Torino, le opere Talking About Visibility e Il Mio Filippino: Invisible Bodies, Neglected Movements. La seconda edizione ha riflettuto sul tema “ZOOM IN/ZOOM OUT” ed è stata vinta da Monia Ben Hamouda (Milano, 1991), con il progetto Adhan to Dora, e dal collettivo MRZB, con il lavoro STILI DRAMA XLI-XLII: la Giostra di Lulu.
In occasione di Artissima verranno presentate le quattro opere video realizzate durante le residenze degli artisti vincitori in uno stand dedicato in fiera. Inoltre, il 5 e il 6 novembre 2021 saranno organizzate due serate dedicate al progetto con la direzione artistica degli artisti presso Combo.

Le mostre fisiche di Artissima XYZ
Dal 5 al 7 novembre 2021 Artissima XYZ presenta tre mostre fisiche in fiera con lavori selezionati per ciascuno dei 30 artisti partecipanti a Present Future, Back to the Future e Disegni. Le mostre si configurano come un pop-up fisico della piattaforma cross-mediale xyz.artissima.art che dal 2020 ospita le sezioni curate della fiera: uno spazio digitale – online dal 4 al 9 novembre – animato da contenuti video, fotografici e testuali per approfondire il lavoro di tutti i principali attori coinvolti: le gallerie, gli artisti, i curatori.
Artissima XYZ, sostenuta dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, nasce in continuità con Artissima Digital (ecosistema digitale della fiera dal 2017) che per quest’anno si pone come obiettivo l’integrazione dell’innovazione tecnologica nella produzione e nella fruizione culturale, per confermare e amplificare l’esperienza digitale della fiera, diffondendo contenuti di valore che generino curiosità, sguardo critico e creatività ed educhino il pubblico alla bellezza pura dell’arte contemporanea. Proprio nell’ambito di Artissima Digital rientrano anche il catalogo virtuale e l’agenda della fiera, oltre ai video racconti dell’evento, tutti strumenti pensati per approfondire l’offerta artistica e culturale della fiera, anche se lontani da Torino.

Beyond Production
Artissima e Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT danno il via a Beyond Production, una piattaforma concettuale nata per stimolare e promuovere riflessioni sulle tendenze più innovative dell’arte contemporanea, e lanciano nel 2021 il progetto d’esordio Surfing NFT in sinergia con l’OGR Award e in collaborazione con professionisti del settore digitale e legale, Artshell e LCA.
Beyond Production sintetizza i tratti focali dell’identità di entrambi: la ricerca di progettualità innovative, l’attenzione alla curatela, l’apertura alla contaminazione.
Ragionando sul complesso e sofisticato rapporto tra arte, tecnologia e innovazione, il progetto Surfing NFT desidera invitare gli artisti contemporanei presentati dalle gallerie di Artissima a sperimentare la produzione di un’opera tramite i Non Fungible Token e la tecnologia blockchain in un contesto specializzato in cui l’attenzione si concentra sulla qualità dell’opera e non solo sul suo valore di scambio.
Grazie al sostegno di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Artissima offrirà a cinque artisti e alle rispettive gallerie – selezionati da un comitato curatoriale internazionale attraverso una call – la possibilità di produrre un’opera digitale registrata con NFT su blockchain e di visualizzarla in una piattaforma dedicata al progetto elaborata ad hoc da Artshell, senza l'obbligo di venderla con il tradizionale processo di scambio in cripto-valute. I cinque artisti scelti riceveranno un budget di produzione di 8.000 euro cadauno messo a loro disposizione da Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. In occasione di un evento dedicato organizzato nel mese di febbraio 2022 presso OGR Torino, centro di produzione e sperimentazione culturale tra i più dinamici a livello europeo, le opere saranno presentate sulla piattaforma dedicata e una tra le cinque opere verrà selezionata quale vincitrice dell’OGR Award e sarà acquisita dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT per accrescere la propria Collezione.

PROGETTI SPECIALI FUORI FIERA

Rimbalzi, una mostra fisica al Grattacielo Intesa Sanpaolo e online
In occasione di Artissima verrà proposto un progetto espositivo, Rimbalzi, a cura di Barbara Costa, Responsabile dell’Archivio Storico di Intesa Sanpaolo, e Ilaria Bonacossa, con immagini dall’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo e dalla sezione fotografica dell’Archivio Storico della Banca. La mostra sarà esposta dal 3 novembre al 5 dicembre presso il Grattacielo Intesa Sanpaolo e online su una piattaforma digitale dedicata, ospitata su artissima.art: un grande muro virtuale sul quale si visualizzeranno le opere selezionate, ciascuna con un testo di approfondimento sul contesto in cui è stata scattata.
La mostra fotografica permetterà di riscoprire e valorizzare l’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo che, con sette milioni di fotografie di cronaca, politica, costume, società, cultura, sport, paesaggio e architettura, realizzate tra gli anni ’30 e ’90 del Novecento in Italia e all’estero, è un racconto preciso ed emozionante della storia di quel periodo. 
Come si evince dal titolo, protagonista degli scatti selezionati sarà il tema del “rimbalzo" inteso come movimento legato alla palla, oggetto iconico capace di attraversare le epoche e rappresentare le culture, legandosi al concetto di gioco e di sport – dal tennis al calcio, dal basket alla pallavolo, passando per le bocce, il tamburello, il ping-pong. Sullo sfondo bambini e anziani, dilettanti e sportivi professionisti, parchi giochi, scuole, cortili, ma anche grandi stadi dove si svolsero competizioni rimaste nella storia dell’agonismo: un racconto evocativo di diverse generazioni e momenti storici in cui il gioco ha fatto da catalizzatore e attivatore di rapporti umani.
Rimbalzi vuole anche essere un omaggio alle Nitto ATP Finals di Tennis che si svolgeranno per la prima volta a Torino nel mese di novembre.

6 CHAIRS un’installazione di Augustas Serapinas
Grazie al rinnovato dialogo tra Artissima e Gruppo UNA, il Salone delle Feste dello storico Hotel Principi di Piemonte | UNA Esperienze nel centro di Torino ospita, per la seconda volta in collaborazione con Artissima, una nuova installazione d’arte contemporanea site-specific dell’artista lituano Augustas Serapinas (Vilnius, 1990) dal 3 al 6 novembre.
6 CHAIRS sono sedie che si levano a quasi due metri da terra, come le sedute dei guardaspiaggia a cui si ispirano o quelle di arbitraggio del tennis. Realizzate dall’artista con diversi materiali, quali ferro, legno, plastica, sono assemblate e montate come in un bricolage fantastico in cui l’architettura incontra un’estetica fai da te che strizza l’occhio al monumentale “merzbau” di Kurt Schwitters. Oggetti solitamente anonimi e quasi invisibili nella frenesia agonistica di una partita di tennis, le sedute offrono allo spettatore uno spazio di sospensione, un luogo in cui rifugiarsi per guardare il mondo e “giudicarlo” secondo il proprio umore e le proprie regole. 6 CHAIRS trasforma così il sontuoso Salone delle Feste in un metaforico campo da gioco con giudici muti durante una partita invisibile, le cui regole verranno scritte e immaginate dal pubblico.
Il gioco è da sempre centrale nelle opere di Augustas Serapinas il cui lavoro nasce dalle opere relazionali degli anni ’90 per trasformarsi in interventi immersivi e al contempo minimali.
6 CHAIRS è un omaggio alle Nitto ATP Finals, uno dei tornei professionistici di tennis più importanti al mondo, che per cinque anni avrà sede a Torino a partire da metà novembre 2021, subito dopo Artissima. L’installazione sarà visitabile dal pubblico durante i giorni di Artissima e resterà ad arricchire il Salone delle Feste per tutta la durata delle Nitto ATP Finals quando lo spazio sarà dedicato esclusivamente agli 8 tennisti partecipanti.

What a Combo! Art and music Artissima Lounge
Combo, format di ospitalità innovativo che unisce all’idea di accoglienza una programmazione artistica e culturale aperta alla sperimentazione, conferma la partnership con Artissima e si trasforma in una creative lounge pronta ad accogliere il mondo dell’arte nei suoi ambienti versatili e contemporanei, dalla colazione al dopo cena. Uno spazio sorprendente da scoprire in centro città e pronto ad accogliere ogni sera contenuti artistici d’eccellenza: a partire dalle 22.30, da giovedì a sabato, si alterneranno sound performance, proiezioni e dj set dedicati al pubblico di Artissima. 

[Immagine: Augustas Serapinas, Chair for the Invigilator (Green), 2021, materiali misti, 296×160×160 cm; Hidden CCA Tel Aviv Window, 2021. intervento architettonico, 290×116 cm. Courtesy dell'artista, APALAZZO Gallery, Brescia e Emalin, Londra. Photo: Eyal Agivayev]

TAG: artissima2021, artissima, progetti, arte, art, torino

dal 5 novembre 2021 al 7 novembre 2021

Torino
, Torino , TO , Piemonte , Italia

Hommage à Dante: Enfer, Purgatoire, Paradis

Nel gennaio 2023 Anne e Patrick Poirier tornano a Milano per un progetto espositivo a cura di Lóránd Hegyi e Angela Madesani, dedicato alla Divina Commedi... Leggi Tutto

Decima edizione di Fruit Exhibition

Fruit Exhibition compie dieci anni e annuncia la sua ultima edizione: dopo le edizioni digital del 2020 e “one day” all’aperto del 2021, il festival e... Leggi Tutto

Festival dei Calanchi e delle argille azzurre

Nel 2022 si festeggiano i primi venti anni del Museo Carlo Zauli, nato a Faenza pochi mesi dopo la scomparsa di Zauli – tra i ceramisti scultori più import... Leggi Tutto

Vedi tutti (199)

Contatti

ogni incontro, ogni scontro, ogni tipo di approccio con la creatività ha il potere di generare, di creare qualcosa. E' un'inclinazione all'originalità, alla novità, al cambiamento. Questo spazio, questo progetto, dà impulso alla condivisione della creatività.
Per condividere creazioni, idee, progetti scrivere a: staff@corpoacorpo.org o compilare il modulo seguente