Lunedì 28 marzo 2022 alle ore 18, l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna ospita la conferenza Fuga dei cervelli, opportunità o s..." />

Fuga dei cervelli, opportunità o sventura? L'impatto su Università e Impresa

Un'occasione per interrogarsi sulle opportunità e sulle difficoltà che il fenomeno dei cervelli in fuga rappresenta

Lunedì 28 marzo 2022 alle ore 18, l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna ospita la conferenza Fuga dei cervelli, opportunità o sventura? L’impatto su Università e Impresa organizzata dall’Accademia Clementina con la partecipazione di Carlo Cottarelli, economista ed ex Direttore del Dipartimento Affari Fiscali del Fondo Monetario Internazionale, Giulia Pastorella, responsabile delle relazioni istituzionali con l'Unione Europea per Zoom e autrice del libro Exit Only. Cosa sbaglia l’Italia sui cervelli in fuga (Laterza, 2021), e Giacomo Di Federico, docente presso in Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna.
La fuga di talenti comporta perdita di capacità di creazione di impresa e di innovazione culturale e produttiva. Gli effetti negativi dell’emigrazione qualificata sono particolarmente evidenti quando, come nel caso dell’Italia, tende a essere una fuga unidirezionale senza essere compensata da talenti esteri in entrata. L’incontro sarà un’occasione per interrogarsi allo stesso tempo sulle opportunità e sulle difficoltà che il fenomeno generalizzato dei cervelli in fuga rappresenta, analizzando l'impatto sulle Università e sulle Imprese italiane. 
Carlo Cottarelli si concentrerà sui dati economici e del sistema paese che stanno alla base della fuga dei cervelli e cosa si può fare per invertire la rotta, anche alla luce del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) approvato nel 2021 per rilanciare l'economia italiana dopo la pandemia di COVID-19. Giulia Pastorella analizzerà il fenomeno, passando per una ricognizione comparativa europea e internazionale, per poi presentare un focus su come il governo italiano ha affrontato la questione e dove ha sbagliato nelle sue policy. Affronterà inoltre il tema del Dottorato Industriale. Giacomo Di Federico, infine, fornirà la prospettiva dell'università, anche alla luce della sua esperienza internazionale, e illustrerà i motivi per cui molti talenti partono e le possibilità per farli rimanere o tornare se il sistema accademico sarà riformato e innovato nella giusta direzione.

Ingresso libero fino a esaurimento posti con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2.

TAG: accademiabellearti, belleartibologna, incontri, fugadeicervelli, universita, impresa, conferenza, bologna

Belmond. Mitico

Per la stagione 2022, Belmond ha avviato una collaborazione con una delle più importanti gallerie di arte contemporanea a livello internazionale, Galleria Contin... Leggi Tutto

Carlo Levi e Pasolini: una idea di realtà. Il magistero perlopiù inesplorato di Carlo Levi nella nostra narrativa

Il giorno 25 maggio 2022 alle ore 18.00, la Fondazione Carlo Levi presenta, negli spazi della Casa delle Letterature, la Tavola rotonda Carlo Levi e Pasolini: una idea ... Leggi Tutto

Andrea Emiliani. Un brillante futuro alle spalle. Patrimonio, territorio e alta formazione artistica

Martedì 10 maggio 2022 alle ore 18, l'ISIA di Faenza ha il piacere di ospitare la conferenza Andrea Emiliani. Un brillante futuro alle spalle. Patrimonio, territ... Leggi Tutto

Vedi tutti (174)

Contatti

ogni incontro, ogni scontro, ogni tipo di approccio con la creatività ha il potere di generare, di creare qualcosa. E' un'inclinazione all'originalità, alla novità, al cambiamento. Questo spazio, questo progetto, dà impulso alla condivisione della creatività.
Per condividere creazioni, idee, progetti scrivere a: staff@corpoacorpo.org o compilare il modulo seguente