Nato a Cipro nel 1967, Michael Anastassiades si trasferisce a Londra nel 1988 per motivi di studio, formandosi come ingegnere civile presso l'Imperial College of Scienc..." />

Michael Anastassiades

L'artista Michael Anastassiades

Nato a Cipro nel 1967, Michael Anastassiades si trasferisce a Londra nel 1988 per motivi di studio, formandosi come ingegnere civile presso l'Imperial College of Science Technology and Medicine di Londra prima di conseguire un master in design industriale presso il Royal College of Art. Durante la sua carriera, Anastassiades ha ideato e realizzato illuminazioni, arredamenti e oggetti caratterizzati da un'interpretazione poetica del rigore di materiali tecnologici. Il suo lavoro trae ispirazione da diverse fonti e le distilla in pure e semplici strutture: dalla natura a riferimenti arcaici della sua nativa Cipro, dalla storia del modernismo a ricordi personali, dall'arte alla vita quotidiana, Anastassiades evoca un immenso immaginario di riferimenti per poi trasformarlo in un vocabolario di forme senza tempo. Posizionato tra belle arti e design, il suo lavoro mira a provocare il dialogo, la partecipazione e l'interazione. La pratica di Anastassiades contempla sia la produzione industriale che le tecniche artigianali; in tale unione essa si espande in un vivido equilibrio tra improvvisazione e struttura, controllo e intuizione.
Il suo lavoro fa parte di importanti collezioni permanenti in istituzioni internazionali, tra cui il Museum Of Modern Art in New York, l’Art Institute of Chicago, il Victoria & Albert Museum, London, il MAK in Vienna, il Crafts Council di Londra e il FRAC Centre di Orleans in Francia. Le sue mostre personali includono Norfolk House music room presso il Victoria & Albert Museum di Londra (2010); Cyprus Presidency presso il Parlamento Europeo di Brussels, Belgio(2011); "Time and Again at the Geymüllerschlössel", MAK, Vienna (2012); "To Be Perfectly Frank", Svenskt Tenn, Stockholm (2013); "Reload the Current Page", Point Centre for Contemporary Art, Nicosia (2014), "Doings on Time and Light", Rodeo Gallery, Istanbul (2015), "13 Mobiles", Atelier Jesper, Belgium (2017), "Things That Go  Together", NiMAC, Nicosia (2019), "Silver Tongued', SHOP Taka Ishii, Hong Kong (2019). Nel 2015, Anastassiades ha ricevuto il premio Royal Designer for Industry (RDI) dalla Royal Society of Arts (RSA) in riconoscimento del suo straordinario controbuto al designe alla società. Ha inoltre ricevuto il premio Designer of the Year per Elle Decoration, l'International Design Awards (2019), The Design Prize (2019) e il premio Maison&Objet (2020).

Risorse: info sulla mostra Cheerfully optimistic about the future di Michael Anastassiades qui.

TAG: michaelanastassiades, artista, artist, arte, art

Davide Maria Coltro

Davide Maria Coltro, nato a Verona nel 1967, vive a Milano. La sua ricerca artistica è rivolta all'utilizzo delle tecnologie di massa con inedite architetture ch... Leggi Tutto

Maria Donata Papadia

Maria Donata Papadia laureata all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, inizia il suo percorso artistico collaborando col Teatro Due Mondi, occupandosi delle scenog... Leggi Tutto

Simone Gori

Simone Gori (Firenze, 1986), architetto e designer per formazione, si è avvicinato giovanissimo all'arte. Interessato al dialogo tra arte, luoghi e persone, fa u... Leggi Tutto

Vedi tutti (118)

Contatti

ogni incontro, ogni scontro, ogni tipo di approccio con la creatività ha il potere di generare, di creare qualcosa. E' un'inclinazione all'originalità, alla novità, al cambiamento. Questo spazio, questo progetto, dà impulso alla condivisione della creatività.
Per condividere creazioni, idee, progetti scrivere a: staff@corpoacorpo.org o compilare il modulo seguente