Nato a Roma nel 1961, Andrea Anastasio ha studiato filosofia e storia dell'arte, laureandosi all'università veneziana di Ca' Foscari. Dalla metà degli ann..." />

Andrea Anastasio

Bio di Andrea Anastasio

Nato a Roma nel 1961, Andrea Anastasio ha studiato filosofia e storia dell'arte, laureandosi all'università veneziana di Ca' Foscari. Dalla metà degli anni Ottanta ha sviluppato un percorso artistico originale influenzato da maestri come Ettore Sottsass e Bruno Munari e dalla musica seriale, dal pensiero religioso orientale e dal misticismo islamico. Ha creato progetti per Artemide, Memphis, la Design Gallery di Milano, Sawaya & Moroni e Danese, affermandosi come protagonista del nuovo design italiano.
Nel contempo ha reinterpretato e demistificato la cultura del design industriale per mezzo dell'arte, iniziando una riflessione sugli spazi domestici e la filosofia del vivere. Nel 1992 si è trasferito in India, dove ha contribuito alla catalogazione dell'architettura islamica indiana per l'UNESCO ed ha preso parte a progetti di rinnovamento delle tecniche artigiane tradizionali.
In questi anni ha collaborato con lo studio di design Mehotra di Mumbai, con lo Urban Design Research Institute of Mumbai e con leditore Tara Books di Chennai,con cui ha pubblicato "Fingerprints" nel 2009 e "Alone in the Forest" nel 2013. Dal 2005 ha esposto presso: Alessandra Bonomo Gallery - Roma / Corraini Gallery - Mantova /Luisa Delle Piane Gallery - Milano /Giustini Stagetti Gallery - Roma / GallerySke - Bangalore, New Delhi.
La sua ricerca si incentra sulla manipolazione di oggetti, beni di consumo e soggetti del contesto casalingo per generare corti circuiti linguistici e sabotaggi di senso. Si interessa alla studio della poetica e della potenziale convergenza tra arte e design. E' stato artist in residence all'Isabella Stewart Gardner Museum di Boston nel 2005 e nel 2008 e ha esposto in personali e collettive presso vari musei italiani e internazionali, tra cui: Grand Palais-Paris, France; Darat Al Funun - Amman - Jordan; DMA Museum of Modern Art and Architecture Dallas-USA; ISGM Isabella Stewart Gardner Museum Boston - USA; Kogei - Prefectural Museum of Art and Design - Toyama - Japan; Musee des Arts Decoratifs - Montreal, Canada; MANN Museo Archeologico Nazionale Napoli; MART di Trento e Rovereto; MAXXI Museo delle Arti del XX secolo - Roma; MIC Museo Internazionale della Ceramica - Faenza; Palazzo Reale - Milano; MPP Museo Poldi Pezzoli -Milano; Triennale di Milano; WEX Wexner Center for the Arts - Ohio - USA; YUZ Museum - Shanghai, China.
Ha vinto il Best Light Award al Salone del Mobile di Milano nel 2017 e il Best light of the year - USA 2017.
Nominato Ambasciatore del Design Italiano dal MIBACT nel 2018 and 2019.

Risorse: info sulla mostra I VEGGENTI. Patrick Tuttofuoco e Andrea Anastasio qui.

[Immagine: Andrea Anastasio, Tappeto/Rug, 2012, Crossbreed danese]

TAG: andreaanastasio, arte, art

Davide Maria Coltro

Davide Maria Coltro, nato a Verona nel 1967, vive a Milano. La sua ricerca artistica è rivolta all'utilizzo delle tecnologie di massa con inedite architetture ch... Leggi Tutto

Maria Donata Papadia

Maria Donata Papadia laureata all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, inizia il suo percorso artistico collaborando col Teatro Due Mondi, occupandosi delle scenog... Leggi Tutto

Simone Gori

Simone Gori (Firenze, 1986), architetto e designer per formazione, si è avvicinato giovanissimo all'arte. Interessato al dialogo tra arte, luoghi e persone, fa u... Leggi Tutto

Vedi tutti (118)

Contatti

ogni incontro, ogni scontro, ogni tipo di approccio con la creatività ha il potere di generare, di creare qualcosa. E' un'inclinazione all'originalità, alla novità, al cambiamento. Questo spazio, questo progetto, dà impulso alla condivisione della creatività.
Per condividere creazioni, idee, progetti scrivere a: staff@corpoacorpo.org o compilare il modulo seguente